littleBits

Moduli elettronici combinabili

littleBits nasce da un’idea di Ayah Bdeir nel settembre del 2011. È una libreria hardware open-source costituita da più di 60 moduli elettronici. Questi si collegano tra loro tramite magneti, non sono quindi necessari saldature, cablaggi e programmazione. Ogni modulo ha un colore (blu, verde, rosa, arancione) che identifica una specifica funzione.

Giocare

I moduli little Bits sono combinabili in infinite possibilità e ciò permette di costruire qualsiasi cosa (da una macchinetta telecomandata ad un dispositivo di domotica) per far sì che svolga una determinata azione. L’utente può dar sfogo alla propria fantasia, inventare e testare le proprie idee, sperimentandole e ottenendo feedback per migliorare i propri progetti. Tra i moduli combinabili creativamente è possibile utilizzare mattoncini-outputs che permettono di aggiungere al progetto parti mobili, suoni, luci e altro; mattoncini-inputs che si presentano sotto forma di pulsanti, interruttori e sensori ed inviano segnali al circuito e permettono di controllarlo; mattoncini-connettori che permettono di estendere il progetto. La propria invenzione può anche essere condivisa con la community.